Informativa sulla Privacy e cookie

LA PRIVACY POLICY DI QUESTO SITO

In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano. Si tratta di una pagina contenente informazioni rese a termine di legge a coloro che interagiscono con questo sito.

“TITOLARE” E RESPONSABILE DEL TRATTAMENTO

E’ l’Amministratore delegato di DQS- ITALIA – Fiano Romano – Roma – Italia – info@dqsitalia.com

Tipologie di Dati raccolti

Fra i Dati Personali raccolti da questa Applicazione, in modo autonomo o tramite terze parti, ci sono: Cookie, Dati di utilizzo e Email.

Altri Dati Personali raccolti potrebbero essere indicati in altre sezioni di questa privacy policy o mediante testi informativi visualizzati contestualmente alla raccolta dei Dati stessi.
I Dati Personali possono essere inseriti volontariamente dall’Utente, oppure raccolti in modo automatico durante l’uso di questa Applicazione.
L’eventuale utilizzo di Cookie – o di altri strumenti di tracciamento – da parte di questa Applicazione o dei titolari dei servizi terzi utilizzati da questa Applicazione, ove non diversamente precisato, ha la finalità di identificare l’Utente e registrare le relative preferenze per finalità strettamente legate all’erogazione del servizio richiesto dall’Utente.
Il mancato conferimento da parte dell’Utente di alcuni Dati Personali potrebbe impedire a questa Applicazione di erogare i propri servizi.

L’Utente si assume la responsabilità dei Dati Personali di terzi pubblicati o condivisi mediante questa Applicazione e garantisce di avere il diritto di comunicarli o diffonderli, liberando il Titolare da qualsiasi responsabilità verso terzi.

Dettagli sul trattamento dei Dati Personali

Dati di navigazione

I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito web acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.

Questi dati vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull’uso del sito e per controllarne il corretto funzionamento e vengono cancellati immediatamente dopo l’elaborazione. I dati potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del sito.

Dati forniti volontariamente dall’utente

L’invio facoltativo, esplicito e volontario di posta elettronica agli indirizzi indicati su questo sito comporta la successiva acquisizione dell’indirizzo del mittente, necessario per rispondere alle richieste, nonché degli eventuali altri dati personali inseriti nella missiva.

Cookies

Cookies tecnici :

I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice). Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l’installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti, mentre resta fermo l’obbligo di dare l’informativa ai sensi dell’art. 13 del Codice, che il gestore del sito potrà fornire con le modalità che ritiene più idonee.

Altre tipologie di cookie o strumenti terzi che potrebbero installarne
Alcuni dei servizi elencati di seguito raccolgono statistiche in forma aggregata e potrebbero non richiedere il consenso dell’Utente o potrebbero essere gestiti direttamente dal titolare – a seconda di quanto descritto – senza l’ausilio di terzi.

Commento dei contenuti
I servizi di commento consentono agli Utenti di formulare e rendere pubblici propri commenti riguardanti il contenuto di questa Applicazione. Gli Utenti, a seconda delle impostazioni decise dal Titolare, possono lasciare il commento anche in forma anonima.

Nel caso tra i Dati Personali rilasciati dall’Utente ci sia l’email, questa potrebbe essere utilizzata per inviare notifiche di commenti riguardanti lo stesso contenuto. Gli Utenti sono responsabili del contenuto dei propri commenti.

Nel caso in cui sia installato un servizio di commenti fornito da soggetti terzi, è possibile che, anche nel caso in cui gli Utenti non utilizzino il servizio di commento, lo stesso raccolga dati di traffico relativi alle pagine in cui il servizio di commento è installato.

Facebook Comments (Facebook)
Facebook Comments è un servizio gestito da Facebook Inc. che consente all’Utente di lasciare propri commenti e condividerli all’interno della piattaforma Facebook.

Dati personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

Luogo del trattamento : USA – Privacy Policy

Interazione con social network e piattaforme esterne.
Questi servizi permettono di effettuare interazioni con i social network, o con altre piattaforme esterne, direttamente dalle pagine di questa Applicazione. 

Le interazioni e le informazioni acquisite da questa Applicazione sono in ogni caso soggette alle impostazioni privacy dell’Utente relative ad ogni social network.
Nel caso in cui sia installato un servizio di interazione con i social network, è possibile che, anche nel caso gli Utenti non utilizzino il servizio, lo stesso raccolga dati di traffico relativi alle pagine in cui è installato.

Pulsante +1 e widget sociali di Google+ (Google)
Il pulsante +1 e i widget sociali di Google+ sono servizi di interazione con il social network Google+, forniti da Google Inc.

Dati personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

Luogo del trattamento : USA – Privacy Policy

Pulsante Mi Piace e widget sociali di Facebook (Facebook)
Il pulsante “Mi Piace” e i widget sociali di Facebook sono servizi di interazione con il social network Facebook, forniti da Facebook Inc.

Dati personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

Luogo del trattamento : USA – Privacy Policy

Pulsante Tweet e widget sociali di Twitter (Twitter)
Il pulsante Tweet e i widget sociali di Twitter sono servizi di interazione con il social network Twitter, forniti da Twitter Inc.

Dati personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

Luogo del trattamento : USA – Privacy Policy

Google AdSense (Google)
Google AdSense è un servizio di advertising fornito da Google Inc. Questo servizio usa il Cookie “Doubleclick”, che traccia l’utilizzo di questa Applicazione ed il comportamento dell’Utente in relazione agli annunci pubblicitari, ai prodotti e ai servizi offerti.
L’Utente può decidere in qualsiasi momento di non usare il Cookie Doubleclick provvedendo alla sua disattivazione:google.com/settings/ads/onweb/optout?hl=it.

Dati personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

Luogo del trattamento : USA – Privacy Policy

Statistica
I servizi contenuti nella presente sezione permettono al Titolare del Trattamento di monitorare e analizzare i dati di traffico e servono a tener traccia del comportamento dell’Utente.

Google Analytics (Google)
Google Analytics è un servizio di analisi web fornito da Google Inc. (“Google”). Google utilizza i Dati Personali raccolti allo scopo di tracciare ed esaminare l’utilizzo di questa Applicazione, compilare report e condividerli con gli altri servizi sviluppati da Google.
Google potrebbe utilizzare i Dati Personali per contestualizzare e personalizzare gli annunci del proprio network pubblicitario.

Dati personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

Luogo del trattamento : USA – Privacy Policy – Opt Out

Come disabilitare i cookie mediante configurazione del browser:
Chrome

  1. Eseguire il Browser Chrome
  2. Fare click sul menù presente nella barra degli strumenti del browser a fianco della finestra di inserimento url per la navigazione
  3. Selezionare Impostazioni
  4. Fare clic su Mostra Impostazioni Avanzate
  5. Nella sezione “Privacy” fare clic su bottone “Impostazioni contenuti“

Nella sezione “Cookie” è possibile modificare le seguenti impostazioni relative ai cookie:

  • Consentire il salvataggio dei dati in locale
  • Modificare i dati locali solo fino alla chiusura del browser
  • Impedire ai siti di impostare i cookie
  • Bloccare i cookie di terze parti e i dati dei siti
  • Gestire le eccezioni per alcuni siti internet
  • Eliminazione di uno o tutti i cookie

Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata.

Mozilla Firefox

  1. Eseguire il Browser Mozilla Firefox
  2. Fare click sul menù presente nella barra degli strumenti del browser a fianco della finestra di inserimento url per la navigazione
  3. Selezionare Opzioni
  4. Seleziona il pannello Privacy
  5. Fare clic su Mostra Impostazioni Avanzate
  6. Nella sezione “Privacy” fare clic su bottone “Impostazioni contenuti“
  7. Nella sezione “Tracciamento” è possibile modificare le seguenti impostazioni relative ai cookie:
  8. Richiedi ai siti di non effettuare alcun tracciamento
  9. Comunica ai siti la disponibilità ad essere tracciato
  10. Non comunicare alcuna preferenza relativa al tracciamento dei dati personali

Dalla sezione “Cronologia” è possibile:

Abilitando “Utilizza impostazioni personalizzate” selezionare di accettare i cookie di terze parti (sempre, dai siti più visitato o mai) e di conservarli per un periodo determinato (fino alla loro scadenza, alla chiusura di Firefox o di chiedere ogni volta

Rimuovere i singoli cookie immagazzinati

Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata.

Internet Explorer

  1. Eseguire il Browser Internet Explorer
  2. Fare click sul pulsante Strumenti e scegliere Opzioni Internet
  3. Fare click sulla scheda Privacy e nella sezione Impostazioni modificare il dispositivo di scorrimento in funzione dell’azione desiderata per i cookie:
  4. Bloccare tutti i cookie
  5. Consentire tutti i cookie

Selezione dei siti da cui ottenere cookie: spostare il cursore in una posizione intermedia in modo da non bloccare o consentire tutti i cookie, premere quindi su Siti, nella casella Indirizzo Sito Web inserire un sito internet e quindi premere su Blocca o Consenti

Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata.

Safari 6

  1. Eseguire il Browser Safari
  2. Fare click su Safari, selezionare Preferenze e premere su Privacy
  3. Nella sezione Blocca Cookie specificare come Safari deve accettare i cookie dai siti internet.

Per visionare quali siti hanno immagazzinato i cookie cliccare su Dettagli

Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata.

Safari iOS (dispositivi mobile)

  1. Eseguire il Browser Safari iOS
  2. Tocca su Impostazioni e poi Safari
  3. Tocca su Blocca Cookie e scegli tra le varie opzioni: “Mai”, “Di terze parti e inserzionisti” o “Sempre”

Per cancellare tutti i cookie immagazzinati da Safari, tocca su Impostazioni, poi su Safari e infine su Cancella Cookie e dati

Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata.

Opera

  1. Eseguire il Browser Opera
  2. Fare click sul Preferenze poi su Avanzate e infine su Cookie

Selezionare una delle seguenti opzioni:

Accetta tutti i cookie

Accetta i cookie solo dal sito che si visita: i cookie di terze parti e che vengono inviati da un dominio diverso da quello che si sta visitando verranno rifiutati

Non accettare mai i cookie: tutti i cookie non verranno mai salvati

Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata.

Come disabilitare i cookie di servizi di terzi
Servizi di Google
Facebook
Twitter

Finalità del Trattamento dei Dati raccolti

I Dati dell’Utente sono raccolti per consentire al Titolare di fornire i propri servizi, così come per le seguenti finalità: Commento dei contenuti, Remarketing e Behavioral Targeting, Statistica, Interazione con social network e piattaforme esterne e Visualizzazione di contenuti da piattaforme esterne.

Le tipologie di Dati Personali utilizzati per ciascuna finalità sono state indicate nelle sezioni specifiche di questo documento.

Modalità e luogo del trattamento dei Dati raccolti

Modalità di trattamento

Il Titolare tratta i Dati Personali degli Utenti adottando le opportune misure di sicurezza volte ad impedire l’accesso, la divulgazione, la modifica o la distruzione non autorizzate dei Dati Personali.
Il trattamento viene effettuato mediante strumenti informatici e/o telematici, con modalità organizzative e con logiche strettamente correlate alle finalità indicate. Oltre al Titolare, in alcuni casi, potrebbero avere accesso ai Dati categorie di incaricati coinvolti nell’organizzazione del sito (personale amministrativo, commerciale, marketing, legali, amministratori di sistema) ovvero soggetti esterni (come fornitori di servizi tecnici terzi, corrieri postali, hosting provider, società informatiche, agenzie di comunicazione) nominati anche, se necessario, Responsabili del Trattamento da parte del Titolare. L’elenco aggiornato dei Responsabili potrà sempre essere richiesto al Titolare del Trattamento.

Luogo

I Dati sono trattati presso le sedi operative del Titolare ed in ogni altro luogo in cui le parti coinvolte nel trattamento siano localizzate. Per ulteriori informazioni, contatta il Titolare.

Tempi

I Dati sono trattati per il tempo necessario allo svolgimento del servizio richiesto dall’Utente, o richiesto dalle finalità descritte in questo documento, e l’Utente può sempre chiedere l’interruzione del Trattamento o la cancellazione dei Dati.

Ulteriori informazioni sul trattamento

Difesa in giudizio

I Dati Personali dell’Utente possono essere utilizzati per la difesa da parte del Titolare in giudizio o nelle fasi propedeutiche alla sua eventuale instaurazione, da abusi nell’utilizzo della stessa o dei servizi connessi da parte dell’Utente.
L’Utente dichiara di essere consapevole che il Titolare potrebbe essere richiesto di rivelare i Dati su richiesta delle pubbliche autorità.

Informative specifiche

Su richiesta dell’Utente, in aggiunta alle informazioni contenute in questa privacy policy, questa Applicazione potrebbe fornire all’Utente delle informative aggiuntive e contestuali riguardanti servizi specifici, o la raccolta ed il trattamento di Dati Personali.

Log di sistema e manutenzione

Per necessità legate al funzionamento ed alla manutenzione, questa Applicazione e gli eventuali servizi terzi da essa utilizzati potrebbero raccogliere Log di sistema, ossia file che registrano le interazioni e che possono contenere anche Dati Personali, quali l’indirizzo IP Utente.

Informazioni non contenute in questa policy

Maggiori informazioni in relazione al trattamento dei Dati Personali potranno essere richieste in qualsiasi momento al Titolare del Trattamento utilizzando le informazioni di contatto.

Esercizio dei diritti da parte degli Utenti

I soggetti cui si riferiscono i Dati Personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere la conferma dell’esistenza o meno degli stessi presso il Titolare del Trattamento, di conoscerne il contenuto e l’origine, di verificarne l’esattezza o chiederne l’integrazione, la cancellazione, l’aggiornamento, la rettifica, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei Dati Personali trattati in violazione di legge, nonché di opporsi in ogni caso, per motivi legittimi, al loro trattamento. Le richieste vanno rivolte al Titolare del Trattamento.

Questa Applicazione non supporta le richieste “Do Not Track”. Per conoscere se gli eventuali servizi di terze parti utilizzati le supportano, consulta le loro privacy policy.

Modifiche a questa privacy policy

Il Titolare del Trattamento si riserva il diritto di apportare modifiche alla presente privacy policy in qualunque momento dandone pubblicità agli Utenti su questa pagina. Si prega dunque di consultare spesso questa pagina, prendendo come riferimento la data di ultima modifica indicata in fondo. Nel caso di mancata accettazione delle modifiche apportate alla presente privacy policy, l’Utente è tenuto a cessare l’utilizzo di questa Applicazione e può richiedere al Titolare del Trattamento di rimuovere i propri Dati Personali. Salvo quanto diversamente specificato, la precedente privacy policy continuerà ad applicarsi ai Dati Personali sino a quel momento raccolti.

Informazioni su questa privacy policy

Il Titolare del Trattamento dei Dati è responsabile per questa privacy policy, redatta partendo da moduli predisposti e conservati sui suoi server.

Definizioni e riferimenti legali

Dati Personali (o Dati)

Costituisce dato personale qualunque informazione relativa a persona fisica, identificata o identificabile, anche indirettamente, mediante riferimento a qualsiasi altra informazione, ivi compreso un numero di identificazione personale.

Dati di Utilizzo

Sono le informazioni raccolti in maniera automatica di questa Applicazione (o dalle applicazioni di parti terze che questa Applicazione utilizza), tra i quali: gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dall’Utente che si connette con questa Applicazione, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier), l’orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta dal server (buon fine, errore, ecc.) il Paese di provenienza, le caratteristiche del browser e del sistema operativo utilizzati dal visitatore, le varie connotazioni temporali della visita (ad esempio il tempo di permanenza su ciascuna pagina) e i dettagli relativi all’itinerario seguito all’interno dell’Applicazione, con particolare riferimento alla sequenza delle pagine consultate, ai parametri relativi al sistema operativo e all’ambiente informatico dell’Utente.

Utente

L’individuo che utilizza questa Applicazione, che deve coincidere con l’Interessato o essere da questo autorizzato ed i cui Dati Personali sono oggetto del trattamento.

Interessato

La persona fisica o giuridica cui si riferiscono i Dati Personali.

Responsabile del Trattamento (o Responsabile)

La persona fisica, giuridica, la pubblica amministrazione e qualsiasi altro ente, associazione od organismo preposti dal Titolare al trattamento dei Dati Personali, secondo quanto predisposto dalla presente privacy policy.

Titolare del Trattamento (o Titolare)

La persona fisica, giuridica, la pubblica amministrazione e qualsiasi altro ente, associazione od organismo cui competono, anche unitamente ad altro titolare, le decisioni in ordine alle finalità, alle modalità del trattamento di dati personali ed agli strumenti utilizzati, ivi compreso il profilo della sicurezza, in relazione al funzionamento e alla fruizione di questa Applicazione. Il Titolare del Trattamento, salvo quanto diversamente specificato, è il proprietario di questa Applicazione.

Questa Applicazione

Lo strumento hardware o software mediante il quale sono raccolti i Dati Personali degli Utenti.

Cookie

Piccola porzione di dati conservata all’interno del dispositivo dell’Utente.

Riferimenti legali

Avviso agli Utenti europei: la presente informativa privacy è redatta in adempimento degli obblighi previsti dall’Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonché a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questa informativa privacy riguarda esclusivamente questa Applicazione.

Ultima modifica: 11 Dicembre 2015

Iscriviti alla nostra Newsletter

Segui le nostre News
  • ISO 9001 ed ISO 14001: scadenza in arrivo per la vecchia versione delle norme
    2 agosto 2018
  • La ISO 45001 verrà pubblicata il 12 marzo 2018
    5 marzo 2018
  • OT24 2018: tempo fino al 28 febbraio per poter effettuare la richiesta
    5 febbraio 2018
  • ISO 45001: Final Draft approvato!
    1 febbraio 2018
  • La pubblicazione della ISO 45001 è prevista per marzo 2018
    17 gennaio 2018
  • Come cambia la ISO 50001
    31 ottobre 2017
  • Sondaggio ISO: trend di crescita positivo degli Standard nel 2016
    9 ottobre 2017
  • ISO 9001:2015 ed ISO 14001:2015: rimane solo un anno di tempo per aggiornarsi
    26 settembre 2017
  • La ISO 45001 per i Sistemi di gestione della salute e della sicurezza sul lavoro
    30 giugno 2017
  • Revisione di ISO 22000: Una panoramica delle modifiche in arrivo
Contatti e segnalazioni
Web Design MymensinghPremium WordPress ThemesWeb Development

ISO 9001 ed ISO 14001: scadenza in arrivo per la vecchia versione delle norme

2 agosto 20182 agosto 2018
Siamo in prossimità della scadenza alla transizione per la ISO 9001:2015 e per la ISO 14001:2015. La data del 15 settembre 2018 segnerà la validità delle certificazioni emesse in conformità alle precedenti versioni delle norme; dal giorno successivo, infatti, tali certificazioni saranno valide solo se emesse in conformità alle nuove versioni 2015. Nel caso in cui ancora non lo aveste fatto, per portare a termine un’efficace transizione delle vostre certificazioni ai nuovi requisiti, sarà necessario eseguire un audit. In questo modo eviterete problemi che potrebbero compromettere l’ottimale prosecuzione delle certificazioni (e, non ultimo, scongiurereste di dover affrontare un più oneroso esborso di denaro). DQS Italia vi supporterà durante tale percorso di transizione con la Readiness Review / Gap analysis, per verificare lo stato di preparazione della vostra Organizzazione alla nuova versione delle ISO, con training sulla transizione, anche specifici per azienda, e con corsi di formazione specifici sulla gestione del rischio – basati sulla ISO 31000. Potete consultare i nostri corsi alla nostra pagina FORMAZIONE.

La ISO 45001 verrà pubblicata il 12 marzo 2018

5 marzo 20185 marzo 2018
Ci siamo: il 12 marzo 2018 verrà pubblicata la norma ISO 45001, che sostituirà definitivamente la BS OHSAS 18001. Qui di seguito ricapitoliamo i principali cambiamenti rispetto allo standard precedente. - Lo standard avrà la stessa struttura (High Level Structure) della ISO 9001:2015 e della ISO 14001:2015, e ne condividerà anche la terminologia, per una migliore integrazione dei sistemi di gestione della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro all’interno del sistema. - Lo standard rispetterà il modello Plan-Do-Check-Act (PDCA), un riferimento per le aziende per ridurre al minimo il rischio di danni (stesso approccio seguito dalla ISO 9001:2015 e dalla ISO 14001:2015). - L’adozione dello standard permetterà di ridurre al minimo il rischio di danni derivanti dai problemi di salute a lungo termine e dall’assenza dal lavoro dei dipendenti. - Verrà data più importanza al contesto delle organizzazioni: le organizzazioni sono tenute a comprendere le esigenze e le aspettative delle parti interessate (stakeholders) e di tenere conto di tutti i problemi interni ed esterni che potrebbero influenzare la capacità di soddisfare i problemi riguardanti la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro. - La nozione di contesto richiede che le organizzazioni focalizzino l’attenzione anche su subappaltatori e fornitori. Le politiche di approvvigionamento vengono messe in risalto valutando gli impatti su tutte le persone che lavorano per l'organizzazione. - La Direzione avrà un ruolo più forte: la salute e la sicurezza dei lavoratori diventeranno aspetti centrali del sistema di gestione generale, e richiederanno da parte del top management un impegno maggiore. Allo stesso tempo, sarà necessario coinvolgere attivamente tutti i dipendenti nel raggiungere gli obiettivi riguardanti la salute e la sicurezza.   Fonte “A first glance at ISO 45001, the OHSAS 18001 successor: changes & timeline” DQS CFS GmbH

OT24 2018: tempo fino al 28 febbraio per poter effettuare la richiesta

5 febbraio 20185 febbraio 2018
Le aziende che nel corso del 2017 hanno attivato interventi per il miglioramento della sicurezza ed igiene nei luoghi di lavoro avranno la possibilità di richiedere la riduzione del premio INAIL attraverso la compilazione del modello OT24. Sarà possibile effettuare tale richiesta entro il 28 febbraio 2018. I principali requisiti per l’ottenimento della riduzione che dovranno rispettare le aziende sono: - essere attive da almeno due anni; - essere in regola con il pagamento dei contributi; - rispettare le disposizioni minime in materia di salute e sicurezza sul lavoro stabilite dal D. Lgs. 81/2008; - dimostrare di aver effettuato nell’anno precedente (2017) interventi di miglioramento nel campo della prevenzione infortuni. La riduzione viene determinata in relazione al numero di lavoratori/anno del periodo:
  • Fino a 10 – 28%
  • Da 11 a 50 – 18%
  • Da 51 a 200 – 10%
  • Oltre 200 – 5%
Il modello può essere scaricato sul sito dell’INAIL e la domanda potrà essere presentata esclusivamente in modalità telematica all’interno dello stesso sito. Per maggiori informazioni sulla certificazione BS OHSAS 18001:2007 e per avere un preventivo, potete consultare la nostra pagina dedicata a QUESTO indirizzo.

ISO 45001: Final Draft approvato!

1 febbraio 20181 febbraio 2018
Lo standard internazionale ISO 45001 è stato approvato dal 93% dei voti e la sua pubblicazione, quindi, è confermata per il mese di marzo 2018. La ISO 45001 sostituirà la OHSAS 18001:2007 nel fornire le linee guida internazionali per la conformità del sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro. DQS sta pianificando dei corsi di formazione basati sulla nuova ISO 45001, che potete consultare alla nostra pagina FORMAZIONE, oppure iscrivendovi alla nostra NEWSLETTER. Non esitate a contattarci per qualsiasi informazione.

La pubblicazione della ISO 45001 è prevista per marzo 2018

17 gennaio 201817 gennaio 2018
Lo standard internazionale ISO 45001 ha raggiunto la fase di Final Draft International Standard (FDIS); le parti interessate potranno, quindi, applicare delle modifiche alla bozza della norma fino al 25 gennaio 2018. La versione corrente della norma si chiama ISO/FDIS 45001:2017 - Occupational health and safety management systems - Requirements with guidance for use; la pubblicazione finale, salvo imprevisti, dovrebbe avvenire nel mese di marzo 2018. La ISO 45001 sostituirà la OHSAS 18001:2007 nel fornire le linee guida internazionali per la conformità del sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro, di vitale importanza per prevenire i milioni di infortuni sul lavoro che si verificano ogni anno in tutto il mondo. DQS sta pianificando dei corsi di formazione basati sulla nuova ISO 45001, che potete consultare alla nostra pagina FORMAZIONE, oppure iscrivendovi alla nostra NEWSLETTER. Non esitate a contattarci per qualsiasi informazione.

Come cambia la ISO 50001

31 ottobre 201731 ottobre 2017
Fino al 13 novembre 2017 le parti interessate potranno esprimere i propri commenti, prima dell’approvazione definitiva come standard internazionale, della nuova versione della norma ISO 50001, la cui pubblicazione è prevista per i primi mesi del 2019. La nuova versione della norma per i Sistemi di Gestione dell’Energia (nel dettaglio: ISO/DIS 50001 “Energy management systems — Requirements with guidance for use”) porterà diversi cambiamenti, di cui riportiamo in seguito i più significativi. La novità più rilevante riguarda l’allineamento del testo ai sistemi di gestione ISO 9001:2015 ed ISO 14001:2015 (e, a breve, anche ISO 45001) attraverso la High Level Structure (HLS), composta da 10 capitoli, che permetterà una migliore integrazione della nuova norma con eventuali altri sistemi di gestione già implementati, consentendo un sostanziale abbattimento dei costi di gestione. In secondo luogo, la bozza della nuova norma descrive in maniera più approfondita alcuni aspetti dell’analisi energetica (Energy Review) e si sofferma maggiormente sulla descrizione degli indicatori di prestazione energetica (Energy Performance Indicators, EnPIs) e sui consumi di riferimento (Energy Baselines, EnB); l’intenzione è chiara: focalizzare l’attenzione delle aziende verso i temi dell’efficienza energetica, nella duplice ottica della consapevolezza ambientale e dell’ottimizzazione dei costi. La ISO 50001 aiuta le organizzazioni a
  • sviluppare una politica per un uso più efficiente dell'energia
  • fissare gli obiettivi per soddisfare la politica
  • utilizzare i dati per capire meglio e prendere decisioni in merito all’uso dell’energia
  • misurare i risultati
  • rivedere il funzionamento della politica ed a
  • migliorare la gestione dell'energia.
Per ogni informazione sui Sistemi di Gestione dell’Energia non esitate a mettervi in contatto con i nostri uffici. Trovate maggiori informazioni sulla ISO/DIS 50001 QUI. Fonte: Sito ISO

Sondaggio ISO: trend di crescita positivo degli Standard nel 2016

9 ottobre 20179 ottobre 2017
Secondo l’ultimo sondaggio annuale ISO, che potete consultare QUI, il numero dei certificati ISO per gli Standard dei Sistemi di Gestione è incrementato di un buon 8% nel 2016 rispetto all'anno precedente. Tale sondaggio si basa su dati provenienti dagli Enti di Certificazione accreditati di tutto il mondo, e rappresenta la panoramica più completa riguardante le certificazioni attualmente disponibile. I certificati validi su nove standard (ISO 9001, ISO 14001, ISO 50001, ISO 27001, ISO 22000, ISO/TS 16949, ISO 13485, ISO 22301, ISO 20000.1) al 31 dicembre 2016 sono 1.643.523, paragonati ai 1.520.368 del 2015. Se aggiungiamo i due nuovi standard introdotti nell’ultimo sondaggio (ISO 28000 - Sistema di Gestione per la Security nella Catena di Fornitura - ed ISO 39001 – Sistema di Gestione della Sicurezza Stradale), il numero attuale dei certificati validi sale 1.644.357. I certificati ISO 9001 ed ISO 14001 sono incrementati rispettivamente del 7% e del 9%. Notevoli risultano gli incrementi relativi ai certificati ISO 50001 (+ 69% rispetto al 2015) ed ISO 2000-1 (+ 63%), crescite dipendenti soprattutto dalla novità rappresentata dalla recente introduzione degli Standard. Fonti: ISO Survey 2016“Use of ISO management system standards continues to rise” by  Clare Naden.

 

 

ISO 9001:2015 ed ISO 14001:2015: rimane solo un anno di tempo per aggiornarsi

26 settembre 201726 settembre 2017
La data del 15 settembre 2018 segnerà la scadenza della validità delle certificazioni emesse in conformità alle precedenti versioni delle norme ISO 9001 ed ISO 14001; dal giorno successivo, infatti, tali certificazioni saranno valide solo se emesse in conformità alle nuove versioni 2015. Nel caso in cui ancora non lo aveste fatto, per portare a termine un’efficace transizione delle vostre certificazioni ai nuovi requisiti sarà necessario eseguire un audit con congruo anticipo rispetto alla perentoria data di scadenza. In questo modo evitereste problemi che potrebbero compromettere l’ottimale prosecuzione delle certificazioni (e, non ultimo, scongiurereste di dover affrontare un più oneroso esborso di denaro). DQS Italia vi supporterà durante tale percorso di transizione, con la Readiness Review / Gap analysis, per verificare lo stato di preparazione della vostra Organizzazione alla nuova versione delle ISO, con training sulla transizione, anche specifici per azienda, e con corsi di formazione specifici sulla gestione del rischio – basati sulla ISO 31000. Potete consultare i nostri corsi alla nostra pagina FORMAZIONE Non esitate a mettervi in contatto con noi!

La ISO 45001 per i Sistemi di gestione della salute e della sicurezza sul lavoro

30 giugno 201730 giugno 2017
In seguito all'ultimo incontro di Vienna nel febbraio 2017 dell’ISO/PC 283/WG1 ll draft della ISO/DIS 45001.2 è stato reso disponibile da marzo 2017 a tutti gli organismi di normazione nazionali membri, al fine di tradurlo. La votazione del secondo DIS è al momento in atto (dal 19 marzo fino al 13 luglio 2017). Su questo scenario i prossimi step prevedono:
  • Bozza Finale di Standard Internazionale (FDIS): la data obiettivo è il novembre 2017;
  • Se sarà ritenuta necessaria la fase finale di FDIS, o se sarà prodotto un alto numero di commenti (con conseguenti revisioni), la pubblicazione potrebbe avvenire a marzo 2018.
In definitiva quali cambiamenti ci si aspetta tra BS OHSAS 18001 e ISO 45001? Ci sono un paio di cambiamenti vale la pena notare: Lo standard avrà la stessa struttura di ISO 9001: 2015 e ISO 14001: 2015, e condividerà la stessa terminologia. Questo renderà più facile integrare la gestione ISO 45001 – QM - UM nel sistema di gestione globale.Lo standard segue il modello normale di Plan-Do-Check-Act (PDCA), che fornisce un quadro per le organizzazioni per ridurre al minimo il rischio di danno. Anche se questo focus sul rischio non è nuovo, l'accento sulla ISO 45001 su un approccio a rischio mette lo standard più in linea con ISO 9001: 2015 e ISO 14001: 2015, che assumono anche il rischio come punto di partenza. Ciò pone le basi per un focus sul contesto delle organizzazioni le quali sono tenute a comprendere le esigenze e le aspettative delle parti interessate (comunemente conosciute come stakeholders) e prendere in considerazione tutte le questioni interne ed esterne che influenzano la capacità dell'organizzazione di raggiungere i propri obiettivi di OH & S (Occupational Safety and Health). La nozione di contesto richiede che le organizzazioni guardino al di là della salute e della sicurezza all'interno delle proprie strutture e tengano conto delle condizioni di lavoro che non sono sotto il suo controllo diretto. Ciò si riflette sul lavoro con i subappaltatori e fornitori. Le politiche di approvvigionamento e approvvigionamento dovrebbero riguardare gli impatti su qualsiasi persona che svolga attività per l'organizzazione, o produce prodotti o fornisce servizi per esso. Un altro cambiamento che possiamo aspettarci è il ruolo più forte per la gestione superiore. La salute e la sicurezza diventeranno un aspetto centrale del sistema globale di gestione, che richiedono un forte impegno da parte della direzione superiore. Al tempo stesso sarà necessario coinvolgere tutti i dipendenti nel raggiungimento degli obiettivi di OH & S (Occupational Safety and Health). Maggiore esigenza di affrontare le problematiche legali e regolamentari di conformità in tutto il sistema di gestione, in tutte le fasi del PDCA-Cycle.     Credit: DQS CFS

Revisione di ISO 22000: Una panoramica delle modifiche in arrivo

30 giugno 2017
È stato esattamente un anno dal momento che DQS CFS è entrato a far parte del Global Compact delle Nazioni Unite, un'iniziativa volontaria per promuovere lo sviluppo sostenibile e una buona cittadinanza aziendale. Con la firma del Global Compact, DQS si impegna non solo a rispettare i dieci principi del Global Compact, ma anche a comunicare ogni anno sulle nostre misure di sostenibilità. Siamo lieti di annunciare che la nostra prima relazione sullo stato attuale è disponibile sul sito web Global Compact. Secondo l'ultimo sondaggio ISO, più di 32.000 organizzazioni della catena alimentare attualmente dispongono di un certificato ISO 22000. Dalla prima pubblicazione di ISO 22000 nel 2005, la quantità di organizzazioni che scelgono di implementare un sistema di gestione della sicurezza alimentare in conformità con lo standard ISO 22000 è cresciuta costantemente ogni anno. Durante quegli anni, però, gli utenti lungo la catena di approvvigionamento non solo hanno imparato molto sulla sicurezza alimentare, ma hanno anche affrontato nuove sfide. Ciò ha generato la necessità di una revisione completa dello standard. Scopo della revisione ISO 22000 Con la revisione, l'Organizzazione internazionale di standardizzazione mira a:
  • Chiarire concetti chiave che hanno causato confusione, quali i punti critici di controllo (CCP), i programmi di prerequisiti operativi (OPRP) e i programmi di prerequisiti (PRP).
  • Migliorare la leggibilità e l'usabilità dello standard
  • Garantire che lo standard sia rilevante per tutti gli attori della catena alimentare
  • Garantire che lo standard soddisfi le esigenze delle PMI
  • Aumentare la compatibilità di ISO 22000 con altri standard di sistema di gestione, adottando una struttura e una terminologia comuni.
Se la revisione progredisce secondo il piano, lo standard sarà pubblicato nel 2018 come ISO 22000: 2018. Al momento della scrittura, l'ultima bozza disponibile è il progetto di standard internazionale (DIS). Dopo la pubblicazione nel 2018, inizia un periodo di transizione per i siti certificati. Per coloro che non solo hanno implementato ISO 22000, ma sono anche certificati a FSSC 22000, vale la pena tenere presente che la nuova versione 4 entrerà in vigore il 1 ° gennaio 2018. Ciò significa che per questi siti ci saranno due revisioni. ISO 22000: 2018 - Cambiamenti attesi La nuova versione conterrà un gran numero di modifiche minori che sono state introdotte per aumentare la leggibilità e la chiarezza dello standard. La nuova versione adotta la cosiddetta struttura ad alto livello (HLS), la struttura comune per tutti i nuovi standard di sistema di gestione. L'adozione di una struttura comune in tutti gli standard facilita l'integrazione di diversi sistemi di gestione. Gli utenti di ISO 9001: 2015, ISO 14001: 2015 e ISO 45001 avranno già familiarità con questa struttura e ciò renderà più facile per le organizzazioni unire ISO 22000 con gli altri standard sopra menzionati. In conformità con le modifiche apportate a ISO 9001: 2015 e ISO 14001: 2015, la nuova versione di ISO 22000 sarà anche uno standard basato sul rischio. Lo standard distingue tra i rischi a livello operativo (attraverso l'approccio Critical Control Point (HACCP)), nonché sul livello strategico del sistema di gestione e la sua capacità di raggiungere i propri obiettivi specifici. Lo standard ora distingue in modo continuo due cicli di piano-do-check-act (PDCA). Il primo riguarda il sistema di gestione nel suo insieme, mentre il secondo, all'interno di esso, affronta le operazioni descritte nella clausola 8, che contemporaneamente coprono i principi HACCP. Questo è illustrato nella figura seguente. Credit : DQS CFS, autore : Dr. Thijs Willaert

ISO 9001: 2015 e DQS a sostegno dei vaccini di qualità

30 giugno 2017
"Promuovere l'uso di vaccini e reagenti di buona qualità per il controllo e l’eradicazione delle malattie degli animali in Africa" è la dichiarata missione di AU-PANVAC, il Pan African Veterinary Vaccine Centre dell'Unione Africana, situato a Debre zeit in Etiopia. DQS Etiopia è molto orgogliosa di essere parte di questo importante impegno e di aver certificato con successo il sistema di gestione della qualità dell’istituto secondo ISO 9001: 2015. Il memoriale al cancello commemora il ruolo significativo che AU-PANVAC ha svolto nell'eradicazione del Rinderpest, grazie al loro impegno per la qualità e la garanzia della qualità. La certificazione dei sistemi di gestione della qualità continua a crescere lentamente in Africa, dove secondo l'inchiesta ISO del 2015, su più di un milione di certificati ISO 9001 emessi in tutto il mondo, la quota regionale è solo 1,2% (Europa: 42,5% e Asia orientale e regione del Pacifico: 40,9%). Credit : DQS Management Services Plc. http://www.dqsethiopia.com

L’avvento delle nuove norme ISO 9001 ed ISO 14001: riferimenti per le Organizzazioni che affrontano il processo di transizione

17 giugno 201617 giugno 2016
Dunque, ci siamo. Dal 15 settembre 2015, data di pubblicazione della nuova versione delle norme ISO 9001:2015 ed ISO 14001:2015, le Organizzazioni certificate secondo le vecchie norme avranno tre anni di tempo per adeguare i propri Sistemi di Gestione. Alla scadenza di tale periodo, infatti, tutti i certificati emessi secondo la ISO 9001:2008 e la ISO 14001:2004 cesseranno di valere. Cosa possono fare le Organizzazioni per non farsi cogliere impreparate? Un buon inizio è quello di consultare le guide emesse da IAF – International Accreditation Forum, denominate "Transition Planning Guidance for ISO 9001:2015" e "Transition Planning Guidance for ISO 14001:2015", che potrete trovare sul sito IAF www.iaf.nu Entrambe i documenti, che sono rivolti agli Enti di accreditamento, agli Organismi di certificazione, a consulenti e formatori, ed alle Organizzazioni che utilizzano o che sono certificate ISO 9001 e/o ISO 14001, sono stati elaborati per aiutare a predisporre le attività preliminari necessarie all'implementazione di un sistema di gestione conforme agli standard. In particolar modo, per le Organizzazioni, sarà necessario:
  • eseguire le attività specifiche per l’acquisizione dei contenuti dei nuovi standard;
  • identificare le attività necessarie per allineare l’attuale sistema di gestione ai nuovi standard;
  • sviluppare un piano di implementazione ed adeguamento, compresa la formazione e la sensibilizzazione a tutte le parti interessate.
DQS Italia potrà, inoltre, supportarvi durante tutto il percorso di transizione, con la Readiness Review / Gap analysis, per verificare lo stato di preparazione della vostra Organizzazione alla nuova versione delle ISO, con Training sulla transizione, anche specifici per azienda, e con Corsi di formazione specifici sulla Gestione del Rischio - basati sulla ISO 31000. Visitate la nostra sezione alla pagina FORMAZIONE Non esitate a contattarci per ogni ulteriore informazione.